maestro

il Maestro

CLAUDIO VADAGNINI

Maestro concertatore e direttore
Claudio Vadagnini, nato a Trento il 18 settembre 1974, ha conseguito brillantemente il diploma di Pianoforte (1995) presso il Conservatorio “F. A. Bonporti” di Trento, di Composizione (2002) e Direzione d’Orchestra (2005) al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, Didattica della Musica al Conservatorio "C. Monteverdi" di Bolzano (2008) e in Direzione d’Opera Lirica alla Reale Accademia Filarmonica di Bologna (2000). Come pianista ha all’attivo concerti come solista, in gruppi da camera, in orchestra e come accompagnatore di cantanti, attualmente svolge attività soprattutto in teatro (maestro collaboratore per le stagioni liriche 2001 e 2002 del teatro Sociale di Trento, Rovigo e Bolzano, docente di repertorio presso la fondazione Showa Jpn). Dal 1999 è docente, responsabile organizzativo e didattico del settore musicale dell’Università Popolare Trentina e dal 2003 al 2007 docente presso l'Istituto Musicale Vivaldi di Bolzano.

Come compositore ha debuttato nel 2001 con l’opera ladina “Conturina” su libretto di Fabio Chiocchetti a Trento (Teatro Sociale), Cortina d’Ampezzo, Ortisei (Bz), Tesero (Tn) e S. Daniele (Teatro “Cicone” 2005) a cui ha fatto seguito la produzione di un Cd e la ripresa e trasmissione video da parte della RAI. Fra le varie cose sono da ricordare trascrizioni e brani per coro, musiche didattiche per bambini e musiche di scena. Oltre a “Conturina”, può vantare l’incisione del brano per coro “Sen Ritornadi a Baita” e la sua trascrizione per quartetto d’archi che ha avuto diffusione a livello mondiale. Ha curato la trascrizione e revisione della musiche sacre di Matteo Ploner, attualmente sta lavorando alla trascrizione e revisione integrale delle operette di Roman Pola, oltre che alla sua seconda opera “Aneta”.
Nel 1991 ha iniziato la carriera come direttore di coro sviluppatasi con i “Cantori di Seregnano”, il “Coro Monte Bondone”, il “Coro Paganella”, “Coro Lirico G. Verdi –Bolzano” e “Musici Cantori di Trento” collezionando circa cinquecento concerti di cui molti all’estero (in sale prestigiose come alla Meistersingerhalle di Norimberga, Herkulessahl e Philarmonie di Monaco di Baviera), una pubblicazione, sei incisioni e una videocassetta.

Nel 1998 è stato assistente del M° J. Lombana nella produzione dei Catulli Carmina a Pergine Spettacolo Aperto. Nel 2003 ha curato l’esecuzione e l’incisione in prima assoluta moderna di alcuni brani sacri per soli, coro ed orchestra di Matteo Ploner nell’ambito del festival di Musica Sacra di Trento. E’ fondatore e direttore artistico dell’Associazione Aurona di Moena e Trento. Come direttore d’orchestra ha studiato con Julian Lombana, Francesco Valdambrini, Corrado De Sessa, Julius Kalmar, Jan Coober e Felix Hauswirth, Daniele Agiman approfondendo svariati campi nell’ambito della direzione dalle orchestre di fiati a quelle sinfoniche, dalla musica del periodo classico a quella contemporanea, soffermandosi in particolare sull’Opera. Oltre a svariati concerti, ha diretto e inciso l’opera “Conturina” (2001, 2005), "La Serva Padrona" di Pergolesi (2004), “Livietta e Tracollo” di Pergolesi (2005), “Rigoletto” di Verdi (2006), “Rita” di Donizetti (2006), "Elisir d’Amore" di Donizetti (Canazei, Arco, Bolzano, 2007; Bressanone, Laives, 2008, Teatro Valle dei Laghi, 2009), “Don Giovanni” di Mozart (Teatro dell’Opera di Milano, Varese, Vercelli, 2010), “Madama Butterfly” (Milano, La Spezia, Lugano, Mede, Venaria, Busto Arsizio, Varese, Seregno, 2011). Nell’autunno prossimo produrrà “Traviata” al Teatro Valle dei Laghi che poi sarà in tournée nella primavera 2012.